30° Campionato Invernale West Liguria

Dopo l’ottima prestazione all’esordio nella Classe x-35 con le belle regate del recente campionato Nazionale x-35, APS IrruenXa torna a regatare nelle acque di casa partecipando al Campionato Invernale West Liguria 2013/2014 con il difficile compito di migliorare i fantastici risultati ottenuti nella passata edizione e allenarsi su manovre e regolazioni in vista degli importanti eventi che ci aspettano nel 2014…..

Anche quest’anno al West Liguria la formula sarà quella delle 4 tappe. Questo il programma:

12-13 ottobre 2013: TROPHEE GRIMALDI in collaborazione con lo YC Monaco

16-17 novembre / 30 novembre – 1 dicembre / 14-15 dicembre 2013: AUTUNNO IN REGATA

11-12 gennaio / 25-26 gennaio 2014: INVERNO IN REGATA

22-23 febbraio 2014: FESTIVAL DELLA VELA

2 commenti

  1. WEEKEND 16/17 Novembre

    Ed eccola, puntuale come un record di Soldini, la Pagella di Finno:

    Scando 10:
    Un voto cosi’ alto all’armatore potrebbe suscitare qualche dubbio sul pagellista, ma diciamo le cose come stanno….ha come al solto organizzato le presenze dell’equipaggio, si e’ occupato della logistica vele, ci ha fatto trovare la barca pronta e in ordine come sempre, ha timonato bene e con traquillita’ nonostante le condizioni metereologiche (23/24 nodi di poppa con onda formata e sotto spi sappiamo non essere le condizioni ideali
    per gli X-35), ma soprattutto il massimo dei voti lo merita per aver mantenuto una calma magistrale quando alle 10:30 di domenica due membri dell’equipaggio erano dispersi dopo una nottata di bagordi. Quasi non lo riconosciamo piu’. MONACO BUDDISTA

    Gabry 8:
    Due buone prove alla tattica, decide di controllare la flotta (esclusi i grandi imprendibili) che teniamo dietro.
    Domenica nella lunga poppa gigioneggia minimizzando sui problemi di Heaven Can Wait che ci seguiva da vicino, facendo ampi segni a chi lo incalzava con domande, per evitare di agitare il resto dell’equipaggio. PSICOLOGO

    Venezia 8:
    Altro week end di grande livello sotto tutti gli aspetti per il “sempre frugale” Andrea. Svolge i suoi compiti al meglio , porta lo spi in condizioni difficili e con il resto dell’equipaggio che pende dalle sue labbra pronto a reagire ad ogni sua chiamata (stralla, quadra, triiiiiim… inizia essere veramente duro..) nonostante un sabato sera all’insegna del vodka tonic. Quasi eroico nel presentarsi domenica mattina in orario e quasi alieno al ristorante quando ordina cozze e tomino con speck.
    GORDON RAMSEY

    Ricky 8:
    Che dire del buon Riccardo? Tratta sempre la prua come se fosse la sala di casa sua. Tutto sempre in ordine e pronto… un giorno lo troveremo con scopa in mano che spazza e mette i tappeti. Nella poppa di domenica arretra per questioni di peso, ma visto le condizioni di mare e vento parrebbe restio a tornare a prua per la strambata.
    In pozzetto si sente sussurrare: “Col cazzo che vado a prua a strambare…che ci vadano loro…”
    SINDACALISTA

    Simone 4:
    Voto che e’ la media della buona prova del sabato, dove regola il fiocco con precisione e non sbaglia una virata e la domenica dove viene inghiottito da un mondo parallelo tra la porta di casa e il cancello. Il resto dell’equipaggio gia’ lo immaginava torturato dal Bianconiglio e dal Cappelaio Matto, salvo poi scoprire che era tornato a dormire.
    ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

    Mantu 8:
    Il lato irrazionale della nostra prua. Si presenta sempre in barca come se dovessimo uscire per un panino e una birra ancorati al Giunchetto, ma poi si rivela il sempre efficiente ed efficace Mantegazza. Domenica si presenta in pontile alle 10:40 sostenento che era colpa del resto dell’equipaggio che non lo ha chiamato sul cellulare della moglie.
    AZZECCAGARBUGLI

    Alby 8:
    Dopo un paio di anni torna a regatare col team. La barca e’ cambiata, qualche elemento dell’equipaggio e’ nuovo. Lui cerca di apprendere i cambiamenti e i nuovi meccanismi. Da una mano dove e come puo’ e noi tutti speriamo sia un nuovo inizio per lui con l’Irruenza Sailing Team.
    FIGLIO PRODIGO

    Edo 8:
    Secondo week su Irruenxa e seconda ottima prova.
    Gli viene chiesto di fare il braccio…e lo fa.
    Gli viene chiesto di fare il fiocco….e lo fa.
    Gli viene chiesto di portarsi via la boccia di vodka dal morgana…e lo fa…
    Il tutto con una calma da veterano, nulla pare agitarlo.
    Insomma, anche questo week end si e’ dimostrato ben inserito nel gruppo e in sintonia con lo spirito dell’Irruenza Sailing Team sia in barca che a
    terra!
    PIACEVOLISSIMA CONFERMA

    Finanza 8:
    Questo week end si trova a ricoprire due ruoli. Fa il randista e in boa si trasforma in drizzista. Si diverte come un matto, sempre all’azione e nonostante un paio di sbavature si comporta abbastanza bene.
    Domenica sera colto da una compilation di dolori si ripromette, al prossimo week end di regate con doppio ruolo, di intonare i canti gospel dei raccolgitori di cotone.
    SWEET HOME ALABAMA

  2. Scando 7,5:
    Week end difficile per l’armatore/timoniere sia al timone che in banchina. Le condizioni meteo erano veramente impegnative e la nostra cara IrruenXa era veramente restia a farsi governare. Grande impegno profuso tra le onde e tanta pazienza domenica mattina quando ancora una volta parte del team sembrava disperso. In compenso sabato si vendica decidendo al momento di lasciare gli ormeggi di fare uno scatto negli spogliatoi dell YC Sanremo. Nessuno aveva mai visto Scando correre cosi’.
    USAIN BOLT

    Gio’ 7,5:
    Il nostro tattico questo week end era in vena di esperimenti. L’ultimo lato di poppa decide di issare lo spi, di strambare senza bilancino, di ammainare lo spi issando il medio e poi di issare l’heavy …. il tutto con 25-30 nodi e mare formato .. mentre a prua gente pregava di rimanere in barca. Dal pozzetto potevamo concordare con la sua teoria del “Ste cose o le proviamo qui o non miglioreremo mai…” , ma a prua non hanno apprezzato per niente!
    SCHIAVISTA

    Veneziano 8:
    Ormai e’ una certezza. Ci stupisce sempre piu’ con la sua attenzione e perizia in barca e ci fa divertire a terra. Questa volta riesce a litigare con un membro di un altro equipaggio negli spogliatoi dello YCS….discussione che finisce con “Ti va bene che questo non e’ il luogo adatto”, frase degna dei migliori film tv americani.
    STEVEN SEGAL

    Simone 8:
    In questo week end sopperisce all’assenza si uno dei due prodieri, mettendo a disposizione la sua esperienza e il suo piede marino facendo l’aiuto di Mantu.
    Si comporta come al solito bene, dimostrando di essere eclettico e di non aver problemi in questo ruolo. Nota ancora piu’ positiva e’ che si presenta sia Sabato che Domenica in barca preferendo l’Irruenza Sailing Team ai suoi amici del Paese delle Meraviglie.
    WELCOME BACK

    Marco 7,5:
    Sabato, regata verametne impegnativa per il nostro drizzista/giaguaro. Grazie alle mille chiamate di cambio vela, alla sperimentazione della strambata senza bilancino viene tenuto sempre all’ opera. Lui decide che il giaguaro non e’ piu’ un animale all’altezza del suo compito e cosi’ si trasforma in un animale piu’ marino.
    POLPO

    Edo 7,5:
    Lo spostamento ad aiuto-prodiere di Simone lo insignisce del titolo di tailer/grinder. La giornata non e’ delle migliori e l’equipaggio non lo supporta abbastanza creando troppa confusione. Nonostantre tutto non perde mai la calma e si dimostra tra i piu’ maturi.
    Come al solito ci allieta con la sua presenza all’aperitivo, alla cena e al dopo-cena. Abbiamo gia’ detto che si e’ bene inserito e che e’ stata una conferma, ma il ragazzo si sta rivelando un qualcosa di piu’.
    TRASCINATORE

    Mirko 6,5:
    Regata poco brillante, si trova in difficolta’ per la poca esperienza nella seconda bolina, quando il vento sostenuto e le raffiche rendevano difficile mantenere la barca governabile. Decisamente meglio al ristorante e in discoteca.
    GUERRIERO DELLA NOTTE

    Mantu 7,5:
    Non c’e’ niente da fare. Lo metti a prua e lui fa quanto gli viene chiesto e difficilmente sbaglia o non risolve la situazione. Questa regata pero’ finisce in pieno contrasto col tattico che decide di issare lo spi quando forse se ne poteva fare a meno sia per condizioni meteo-marine che per direzione dell’arrivo.
    Passa il tempo dal suono della tromba dei giudici sull’arrivo all’ormeggio ripetendendo “Ve lo avevo detto io…ve lo avevo detto io…”
    PUFFO QUATTROCCHI

    Alby 7,5:
    Zitto zitto sta carpendo i meccanismi e i movimenti in barca. Da supporto un po’ a tutti i ruoli adattandosi a quanto gli viene chiesto. Iniziata la regata non lo si sente piu’ fiatare , ma lo trovi sempre attento e vigile che studia quanto viene fatto.
    Se non lo conoscessimo da anni ci verrebbe il dubbio che sia una spia.
    007

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.